Nel momento in cui il giovane scrittore Gabriele riesce a vincere la sua depressione
e a rinnovare così la sua presenza nel mondo, gli eventi del tutto inaspettati coi quali si troverà
a che fare e le persone ad essi coinvolti, lo porteranno a subire un inizialmente traumatico,
ma poi fondamentalmente benevolo, cambiamento.
un film di Giovanni Galletta
FUORI C'È UN MONDO
“Fuori c’è un mondo” è un film sul senso e sul mistero della vita, sulla ricerca della felicità.
Il film vuole cercare di rispondere a quesiti esistenziali e spirituali da sempre fondamentali
e perlopiù irrisolti: “E’ il caso o il destino che regola le nostre vite?
E soprattutto: “Vale davvero la pena vivere e rischiare sino in fondo?”
un film di Giovanni Galletta
FUORI C'È UN MONDO
Il film è anche un profondo grido di allarme nei confronti di una società talmente omologata
che ha perso non solo il gusto del bello ma anche della partecipazione all’altro e poi addirittura
all’”io”, tanto che si preoccupa molto più di puntare il dito piuttosto che di provare a guardare,
e magari ammirare, in modo lucido ed umano. La capacità di sorprendersi dell’uomo medio
è di conseguenza divenuta una dote in via d’estinzione. “Fuori c’è un mondo!
Rimane a  priori un inno alla vita molto sentito.
un film di Giovanni Galletta
FUORI C'È UN MONDO
FUORI C'È UN MONDO
ALL'ANTEPRIMA MANCANO
0 0
Settimane
0 0
Giorni
0 0
Ore
0 0
Minuti
0 0
Secondi
FUORI C'È UN MONDO
SINOSSI
Un film di Giovanni Galletta

Nel momento in cui il giovane scrittore Gabriele riesce a vincere lo stato di depressione che lo ha portato ad evitare a lungo le persone, il mondo riprende ad accoglierlo nella sua struggente bellezza. Ma l’approdo al cambiamento ed alla ricerca della felicità che il giovane uomo sta inseguendo si rivelerà tutt’altro che semplice. Durante una corsa di allenamento sul lungotevere, lo scrittore perde i sensi a causa di un calo di zuccheri ed è soccorso da Lorenzo, un uomo senza fissa dimora che vive sotto il ponte dove Gabriele ha accusato il malore. Lo scrittore rimane da subito particolarmente colpito dal clochard perché l’uomo possiede un quadro piuttosto raro che è identico ad una copia che sua madre ha perduto quando lui era bambino. Gabriele ritorna anche il giorno dopo a cercare Lorenzo, ed il clochard lo incuriosisce sempre più per la sua saggezza e bontà d’animo. Gabriele insiste per fare a Lorenzo un favore; il clochard non ne capisce il motivo ma poi, di fronte all’insistenza del ragazzo, finisce per accettare e chiede a Gabriele se gli è possibile assumere sua figlia Valentina nel ristorante di cui è proprietario. Quando Gabriele conosce Valentina, da subito si trova attratto dai modi dolci, timidi e signorili, della ragazza. Tra i due non tarda a nascere un’intesa basata sulle insolite coincidenze che li accomunano. Valentina è ospitata in una canonica della chiesa dove lavora don Daniele. La ragazza divide la piccola stanza con Arianna, una prostituta che il sacerdote ha tolto dalla strada. L’umanità di Daniele però ha a che fare anche con sentimenti che rischiano di portarlo ad una ingiusta condanna da parte di una società omologata ormai oltre ogni limite accettabile. Gli inaspettati eventi che seguiranno, in particolare quelli legati alla drastica e pericolosa decisione presa da Lorenzo al fine di risolvere la precarietà della sua vita e di quella di sua figlia, cambieranno alla radice le vite di ognuno dei personaggi.

FUORI C'È UN MONDO
BIOGRAFIA
Regista Giovanni Galletta

Giovanni Galletta è nato a Modena e ha studiato cinema al Dams di Bologna. Ha esordito dirigendo mediometraggi di fiction tra i quali “Una prova”, “Il primo pensiero” “La vita continua”, che hanno vinto più di 30 premi nei Festival cinematografici tra i quali il Premio Excelsior 2000 come migliore mediometraggio italiano e una menzione al festival internazionale di Salerno . Il regista ha anche scritto il romanzo “Un senso originale” pubblicato da Robin Edizioni nel 2007. Il suo primo lungometraggio è “Dopo quella notte”, uscito nei cinema il 9 Luglio 2010. Il film è stato proiettato anche in diverse rassegne e distribuito da Netflix. “Il mistero di Laura” è il suo secondo film, uscito nei cinema il 31 Agosto 2012; il lungometraggio è stato accolto da lusinghiere recensioni e proiettato in diverse rassegne. “Fuori c’è un mondo” è il terzo film di Giovanni Galletta. Il film ha vinto il premio come miglior opera drammatica al 50esimo Houston International Film Festival, e nell’ Aprile del 2017 è stato riconosciuto miglior film al London International Film Festival. Il lungometraggio è al momento finalista in altri festival nazionali ed internazionali.

Filmografia:

“Pedine” – 1996 – Lungometraggio sperimentale

“Qualcosa dal nulla” – 1998 – Cortometraggio

“Una prova” – 1999 – Mediometraggio

“Il mistero del museo” – 1999 – Mediometraggio

“Il primo pensiero” – 2000 – Mediometraggio

“La vita continua” – 2002- Mediometraggio

“Dopo quella notte” – 2010 – Lungometraggio

“Il mistero di Laura” – 2012 – Lungometraggio

“Fuori c’è un mondo” – 2017 – Lungometraggio

FUORI C'È UN MONDO
IL TRAILER
FUORI C'È UN MONDO
IL CAST

Fuori c’è un mondo” è inevitabilmente una “guida” molto sentita di quella che è la mia visione attuale della vita, e spero lasci aperte domande, interpretazioni ed esami di coscienza, nei confronti dei personaggi in cui lo spettatore potrà rivedersi.

(Giovanni Galletta)

FUORI C'È UN MONDO
BLOG
FUORI C'È UN MONDO
CONTATTI
Show info
Indirizzo
Via Roccagiovine 263, 00156 Roma
Telefono
+39 0664803264
Indirizzo E-mail
ipnoticaproduzioni@libero.it
CONTATTACI